Target

I celiaci oggi in Italia sono oltre 200.000. L’ultima Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia, pubblicata nel dicembre 2018, riferisce infatti di 206.561 celiaci al 31 dicembre 2017 e riporta il dettaglio della distribuzione sul territorio per Regioni delle persone diagnosticate.

È importante considerare che il numero dei celiaci è in costante crescita. Le più recenti evidenze scientifiche stimano infatti in una persona su 100 l’incidenza di questa patologia. I celiaci attesi in Italia sono dunque circa 600.000 e il numero delle diagnosi cresce ogni anno di circa 10.000 unità grazie ad una maggior conoscenza della patologia sia tra la popolazione generale sia nella classe medica. L’incidenza della celiachia, 1 a 100, è la stessa in tutto il mondo.

Un altro fattore importante da tenere in considerazione quando si analizza il target di riferimento per il mercato del senza glutine è che per tutti quegli alimenti che non sono necessariamente pensati unicamente per chi soffre di celiachia, ma che sono destinati alla generalità della popolazione e –contestualmente- adatti ai celiaci, il bacino si moltiplica, perché dietro ad ogni persona con celiachia c’è una famiglia, e la spesa per i prodotti di consumo corrente è quasi sempre la stessa. La famiglia non comprerà, ad esempio, un sugo pronto o un salume senza glutine per la persona celiaca e un altro sugo pronto o salume per gli altri membri della famiglia, comprerà, per tutti, lo stesso prodotto senza glutine.

Infine, vogliamo invitare le aziende interessate al mercato del senza glutine a non focalizzarsi su quei consumatori che possono aver scelto la dieta senza glutine per errate convinzioni, perché credono che faccia dimagrire, migliori le performance sportive o semplicemente “per moda”. Questi consumatori distorcono la percezione generale attorno alla dieta senza glutine, danneggiando così chi soffre di celiachia. A differenza dei celiaci, che devono seguire la dieta senza glutine in maniera rigorosa per tutta la vita, si tratta spesso di consumatori saltuari e non fidelizzabili.